Bitcoin e rimbalzi: cosa sta succedendo (24/5/21)

È lo scandalo del volo aereo Ryanair dirottato dal governo bielorusso a tenere banco sui mercati. Nel frattempo, abbiamo assistito ad un rialzo dei futures di Wall Street e a una leggera ripresa di Bitcoin. Vicine ai massimi le principali borse europee, in salita il greggio.

Ma vediamo tutto questo più nello specifico.

 

Lukashenko e Ryanair: crollano le obbligazioni bielorusse

Nella notte di domenica ha generato enorme clamore il dirottamento di un aereo Ryanair fatto atterrare a Minsk con la scusa di un allarme bomba. A bordo si trovava Roman Protasevich, giornalista dissidente diretto da Atene in Lituania, che è stato poi subito fatto sbarcare per essere arrestato.

Con l'incidente sono stati violati numerosi diritti civili nonché il trattato fondamentale dell'aviazione", venendo immediatamente condannato da Europa, Stati Uniti, Gran Bretagna e Canada, che hanno imposto il congelamento dei beni e il divieto di viaggio a quasi 90 funzionari bielorussi, tra cui il presidente Lukashenko.

Come naturale conseguenza, il mercato ha scontato questi eventi facendo crollare i prezzi delle obbligazioni bielorusse.

 

Rilancio dei Futures

Con la stagione degli utili che si avvicina al termine, abbiamo assistito quest'oggi ad una straordinaria ripresa dei future di Wall Street, con il Dow Jones che arriva a registrare il +0,5% così come S&P 500 e Nasdaq.

Una forte spinta è arrivata da Virgin Galactic, che nella giornata di sabato scorso è riuscita a completare con successo il primo volo spaziale in due anni, aprendosi alla competizione con SpaceX nel campo del turismo spaziale .

 

Rimbalzo di Bitcoin

Dopo le tremende notizie della scorsa settimana e il tracrollo subito, con la rottura del Supporto dei 40mila dollari (e per un istante quello dei 30mila), la principale valuta digitale segna nella giornata odierna un +16%, tornando a quota 37.400$.

Data l'alta volatilità, il monitoraggio della soglia dei 28.000$ potrebbe rivelarsi fondamentale per gli investitori, allo scopo di monitorare l'inizio di un eventuale mercato orso. Sarà il discorso sulle valute digitali di oggi, da parte del governatore della Fed Lael Brainard, a rivelarci il destino di Bitcoin e delle sue rivali altcoin.

 

Crescita UE, ma con bassi volumi

Entusiasmante la mattinata delle principali borse europee, che sfiorano i massimi storici, puntando alla riprese economica. Timidi tuttavia i volumi, con i mercati austriaci, danesi, ungheresi, norvegesi e svizzeri chiusi a causa delle festività.

Cresce dello 0,1% lo STOXX 600, che manca di soli 2 punti i massimi storici. 

 

Greggio alle stelle

Vi avevamo lasciati con l'ottimismo per le trattative tra USA e Iran sul nucleare, eppure la giornata di oggi registra un aumento del prezzo dei barili, a causa di una serie di complicazioni diplomatiche. Per Goldman Sachs, a questo punto i prezzi potrebbero restare alti nonostante una ripresadell'export iraniano.

 

Brent segna un netto + 2,5% mentre WTI sfiora il +2%, rispettivamente a quota 68 dollari e 65,55 dollari.

Arrivati a questo punto, per Reuters è plausibile che i prezzi del Brent toccheranno gli 80 dollari a barile nel quarto trimestre del 2021, se non comunque questa estate.

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.