Una Settimana di crolli o di opportunità?

 

Il mercato è fatto di occasioni.

 

Alcune di queste occasioni potrebbero venire da rally improvvisi, magari innescati da una forte fiducia nel settore; altre, invece, da improvvisi crolli, frutto di una sfiducia diffusa e della paura dei trader retail meno esperti.

Essere investitori vuol dire anche questo: contenere la propria emotività per mantenere il sangue freddo quando i mercati sembrano precipitare e i nostri soldi sono a rischio: e questo, nella consapevolezza che il domani ci riserverà delle nuove, grandi occasioni.

È un po’ la storia di questa settimana: il crollo, e il rimbalzo; la morte (simbolica, è chiaro!) e la rinascita.

Lo sa bene Bitcoin, che dopo il veto imposto dalla Banca Centrale cinese (PBOC) sull’utilizzo di token digitali come forma di pagamento, si è trovata a rompere lo storico Supporto dei 40 mila dollari con un massimo drawdown giornaliero del -14.4%, e 270 miliardi mandati in fumo.

La posizione netta di Pechino, che ha imposto agli istituti finanziari e alle società di pagamento di non fornire alcun servizio legato alle cryptocurrencies, ha avuto conseguenze poi su tutto il mercato; in particolare, sulle principali Altcoin come Ether (-44% in 7 giorni), Binance (-55% in 7 giorni), Dogecoin (-35%) e Coinbase (-9%), facendole tornare indietro alle valutazioni di febbraio.

 

 

Un’occasione, questa, che non è certo sfuggita ai grandi fondi d’investimento e ai trader più esperti, che dopo il crollo di mercoledì 19 hanno subito contribuito al rimbalzo dei prezzi, sostenendo il mercato delle crypto nella sua ripresa colta da tutti i membri della nostra nuova Sala Crypto, in cui hanno potuto sfruttare le analisi favorevoli su Bitcoin e DigiByte (+47,47%).

 

 

Corsi e ricorsi storici, che dovrebbero ammonire chiunque dal pensare che il trend delle crypto sia finito o non fornisca sufficienti sicurezze per il futuro.

A dimostrarlo è il presidente della Federal Reserve Jerome Powell, che nel corso della settimana ha comunicato come l’emissione di monete digitali da parte di banche centrali potrebbero rivelarsi realtà prima del previsto. Nel suo videomessaggio, Powell ha annunciato la presentazione in estate di un documento interlocutorio riguardante il dollaro digitale, allo scopo di emettere il prima possibile una nuova ed ufficiale valuta digitale della Banca centrale statunitense.

Come sappiamo, la presidente LaGarde ha già aperto da tempo ad una criptovaluta centrale emanata dalla Banca centrale europea, allo scopo di creare uno stablecoin della stessa affidabilità del contante, che garantisca però una maggiore efficienza dei pagamenti. La decisione della BCE dovrebbe essere presa entro la metà di quest’anno: plausibilmente, in concomitanza con la decisione della Federal Reserve. Come sempre, noi di Don Forex resteremo vigili anche per voi. 

 

 

Chiudiamo la settimana in rialzo i listini europei, sulla scia della ripresa di Wall Street. Lo scivolone crypto ha portato il mercato dei Big Tech e dei principali indici statunitensi, per i quali però il rimbalzo è stato pressoché identico, generando ottime opportunità d'investimento e grandi profitti per tutti membri della Sala Nasdaq.

Estremamente positivo l’andamento del Gold, che al netto di una leggera correzione di fine sessione, fa registrare un incremento del +2%. Meno positiva la settimana del Petrolio, che dopo tre sessioni consecutive in rosso, riesce a rimbalzare solo nella giornata di venerdì registrando +2,4%. A motivarne l’andamento sono i timori relativi a un accordo sulle sanzioni per l’Iran, la cui plausibile eliminazione (Whashington e Teheran sembrerebbero aver fatto progressi nella trattativa sul nucleare) andrebbe ad accrescere le corte di greggio, abbassando dunque il prezzo.

 

In attesa di nuovi sviluppi e di nuove rivoluzioni, vi diamo appuntamento alla prossima settimana, invitandovi a tradare con intelligenza, e a seguire i consigli di Don Forex, per vivere questa c***o di vita!

 

Team Don Forex

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.